Blogtour – Arrenditi all’amore idi Ilaria Militello

Buongiorno,

oggi ospito una tappa del blogtour dedicato al nuovo libro di Ilaria MilitellO: Arrenditi all’amore. Nello specifico vi  posterò il primo capitolo che, secondo me, è quello determinante per capire se la storia ci può piacere oppure no.

14569561_1795152340731326_67535753_n

CAPITOLO 1

Suona il telefono. Mi alzo confuso e assonnato, mi metto a sedere sul divano e mi guardo attorno cercando di far mente locale. In un flash torna tutto. Ieri sera ho litigato con Yong, di nuovo. Da quest’estate non facciamo altro che litigare.
Quando litighiamo e lui non riesce a gestire la discussione se ne va, prende la porta e si allontana. Alcune volte torna da sua madre, come ha fatto ieri sera, ed è una cosa che odio ma tanto lui non vuole capirlo. Spesso gli corro dietro, ma ieri sera non ne avevo voglia ed ero stanco perché abbiamo finito tardi con le prove del gruppo.
Il telefono squilla incessante, mi allungo sul tavolino e lo afferro, leggo sul display il nome di Kevin e rispondo.
«Ji? Sei a casa? Dove sei? Dormivi?», domanda agitato e con il fiatone.
«Sono a casa, sì dormivo. Che succede?»¸ domando subito.
Di solito Kevin è un tipo calmo e sentirlo parlare veloce ed affannato è sinonimo di arrabbiatura o preoccupazione.
«Kibum ha avuto un incidente», mi dice, il mio cuore manca un battito.
«Quando?», domando sgranando gli occhi.
«Adesso, ma non so dove e lui dice che non si ricorda. Sto girando per la città ma non so’ che fare Ji!», mi dice sempre più agitato poi sento inchiodare e un clacson.
«Stai guidando?», domando.
«Sì e ho appena saltato uno stop»
«Sei pazzo Kevin?! Accosta e dimmi che è successo!», esclamo incredulo. Kevin non è tipo che guida distratto, lui è quello razionale, tranquillo e sempre attento a tutto.
Lui è quello serio del gruppo. Quindi saperlo alla guida, in quello stato, mi mette in allarme ancora di più. Mi alzo di scatto e senza pensarci afferro le chiavi dell’auto ed esco di casa, salgo in macchina e mi metto in strada.
«Kevin….dimmi dove sei, ti prego».
«Non lo so! Te l’ho detto sto girando e mi sono perso». Guardo perplesso il telefono.
«Ma come ti sei perso Kev??!!Vivi a Seoul da quando sei nato, possibile che non ti sai orientare? È assurdo!!» spero così di farlo tornare in sé. «Sei solo? Dov’è Jung?».
«Non è con me… aveva una cena», dice e poi sento inchiodare nuovamente e bruscamente.
«Kevin!… Come stai?», mi preoccupo subito.
«Oddio a momenti battevo dentro ad una macchina».
«Senti, fammi la cortesia fermati ed aspettami», dico bruscamente.
«Ma Kibum ha bisogno!», esclama.
«Kevin se fai un incidente e finisci in ospedale mi dici come pensi di aiutarlo? Ferma quella merda di macchina! Accosta e aspettami, dove sei?», domando di nuovo e questa volta con tono rabbioso. Lo sento sospirare.
«Vicino al Banpo Bridge », mi dice. Continua a leggere

Annunci

Blogathon: I classici della letteratura – L’alchimista di Paulo Coelho

Ciaoooo!

Vi ricordate dei blogathon a cui ultimamente sto partecipando? Bene, oggi ce n’è un altro. Questa volta si parla dei classici della letteratura. Io, nello specifico, ho scelto di parlarvi de “L’alchimista” di Paulo Coelho.

blog

Anche questa volta siamo in numerosi a partecipare a questo evento.
Vi lascio, dunque, il link del post di lancio affinchè possiate avere maggiori dettagli:
Post di lancio BLOGATHON “I CLASSICI DELLA LETTERATURA”

L'alchimista di [Coelho, Paulo]TRAMA: Impara ad ascoltare il tuo cuore: è l’insegnamento che scaturisce da questa favola spirituale e magica. Alle frontiere tra il racconto da mille e una notte e l’apologo sapienziale, “L’Alchimista” è la storia di una iniziazione. Ne è protagonista Santiago, un giovane pastorello andaluso il quale, alla ricerca di un tesoro sognato, intraprende quel viaggio avventuroso, insieme reale e simbolico che, al di là dello Stretto di Gibilterra e attraverso tutto il deserto nordafricano, lo porterà fino all’Egitto delle Piramidi. E sarà proprio durante il viaggio che il giovane, grazie all’incontro con il vecchio Alchimista, salirà tutti i gradini della scala sapienziale: nella sua progressione sulla sabbia del deserto e, insieme, nella conoscenza di sé, scoprirà l’Anima del Mondo, l’Amore e il Linguaggio Universale, imparerà a parlare al sole e al vento e infine compirà la sua Leggenda Personale. Il miraggio, qui, non è più solo la mitica Pietra Filosofale dell’Alchimia, ma il raggiungimento di una concordanza totale con il mondo, grazie alla comprensione di quei “segni”, di quei segreti che solo è possibile captare riscoprendo un Linguaggio Universale fatto di coraggio, di fiducia e di saggezza che da tempo gli uomini hanno

LA MIA OPINIONE

Come ho detto poc’anzi, ho scelto di parlarvi de L’alchimista di Paulo Coelho. La mia scelta è stata dettata dal fatto che, pur essendo una divoratrice di libri, non sono propriamente un’amante del genere e libri tanto osannati come “Il ritratto di Dorian Gray” o  “Orgoglio e Pregiudizio”, non mi sono entrati nelle vene. L’alchimista, invece, mi ha conquistata. Narra una storia un po’ particolare, se così vogliamo definirla, ma sicuramente interessante e avvincente. Paulo Coelho, tramite questo racconto, è riuscito a impartire piccole lezioni di vita, ha disseminato pillole di saggezza. Ci sono molte frasi che ho sottolineato e che ho ricopiato nella mia agenda personale-. Frasi che, di tanto in tanto, mi piace andare a rileggere, ritrovando un po’ di benessere e, perchè no?, anche un po’ di ottimismo. Sì, questo libro trasmette ottimismo, voglia di fare, forza di volontà…. e lo fa anche solo tramite una frase.

Io non vivo né nel mio passato, né nel mio futuro. Possiedo soltanto il presente, ed è il presente che mi interessa. Se riuscirai a mantenerti sempre nel presente, sarai un uomo felice. La vita sarà una festa, un grande banchetto, perché è sempre e soltanto il momento che stiamo vivendo.

Quindi, se è un classico quello che vi devo consigliare, è sicuramente questo. Paulo Coelho è una garanzia.

Blogathon: Il giglio di cristallo di Alessia Garbo

14159164_1189619477745757_966460300_nBuongiorno carissimi lettori,

quest’oggi vi delizio con la segnalazione, postata tramite il blogathon in corso, di questo nuovissimo romanzo.
Ricordo, inoltre, che potete tutti partecipare al giveaway cliccando qui, per poter vincere una copia del romanzo.

il giglio di cristallo 2 HDTitolo: Il giglio di cristallo
Editore: Self
Genere: Paranormal romance
Data di pubblicazione: 15 settembre 2016
Pagine: 540
Prezzo: € 2,99 EBOOK
Trama: La neve che fiocca sul maniero dell’epoca Tudor, nel giorno in cui due anime stanno per legarsi, non è sufficiente a raffreddare il tumulto che si agita nel cuore di Angelica Giglio, circondata da amici e nemici, senza riuscire a distinguerli. E la passione che la divora può essere per lei il nemico più pericoloso.
Non c’è mai fine ai segreti, che rischiano di essere ancora più fatali, e questa volta non solo per Angelica.
Che cosa succede a chi custodisce una verità inconfessabile?
Si può sacrificare se stessi, ma non la vita di chi si ama. Abbandonare tutto e fuggire può essere la soluzione? Anche se ti Continua a leggere

Recensione: Photographs. Peschici. di Erika Derme

Benvenuti alla quinta delle sei tappe del Book Blog Tour di Segni Grafici di Poesia http://segnigrafici.blog.tiscali.it, attraverso il quale potrete scoprire tutti i dettagli più interessanti della nuova raccolta di poesie di Erika Derme dal titolo “Photographs. Peschici”. Vi ricordiamo che questo Boo Blog Tour è collegato al Giveaway che si chiuderà il 3 luglio 2016: in occasione dell’ultima tappa, infatti, verrà proclamato il fortunato vincitore di una copia di questa raccolta di poesie (verrà scelto tramite il sito https://www.random.org/).

Siamo ormai giunti alla penultima tappa ed è giunto il momento della recensione.

Visualizzazione di Copertina Photographs.Peschici.jpgVisualizzazione di Copertina Photographs.Peschici.jpgCopertina Photographs.Peschici

TRAMA

La scrittrice è tornata sui suoi passi lungo le spiagge e i luoghi caratteristici di Peschici, la perla de Gargano. In questa pubblicazione, infatti, che fa seguito a “Sabbia fine, Peschici” pubblicata lo scorso luglio 2009, prevale il tema del ritorno in un paese fotografato in versi poetici dall’autrice, affezionata turista.

LA MIA OPINIONE Continua a leggere

Blogathon: I migliori film tratti dai libri (Saga Harry Potter)

Buongiorno carissimi lettori,

avete mai letto qualche tappa di un blogathon? Questo è il primo al quale partecipo, sono degli eventi in cui più blog si uniscono per parlare di un dato argomento. In questo caso il tema affrontato è quello dei migliori film tratti dai libri. Io personalmente ho deciso di parlare della saga di Harry Potter e mettere quindi a confronto i libri della Rowling con la loro rispettiva riproduzione cinematografica Comincio, però, con il lasciarvi il link che rimanda al post di lancio sul blog Liberi di scrivere.

Harry+potter-Harry_Potter_HP4_01

Sono una ragazza di ventidue anni e mezzo per cui sono cresciuta leggendo i libri della Rowling e andando al cinema per vedere i film tratti dai suoi libri. Harry Potter fa parte della mia infanzia/adolescenza.
Tutti quanti noi siamo rimasti a volte delusi nel notare che alcune scene del romanzo erano state tagliate, ma di fatto, con il senno di poi, dobbiamo ammettere che ci è andata piuttosto bene. I film di questa saga non hanno stravolto nulla e sono rimasti piuttosto fedeli alla trama del libro. E’ vero, qualcosa è stato tolto, ma sarebbe impossibile riprodurre l’intero libro. Inoltre ho particolarmente apprezzato la scelta di dividere l’ultimo volume della saga in due parti. In questo modo hanno potuto concludere in bellezza senza rischiare di lasciarsi sfuggire qualcosa di importante. Del resto il romanzo era lungo e carico di avvenimenti, quindi, a mio avviso, è stata una scelta saggia.
Credo che ci siano ben pochi altri libri (di cui è stata fatta una riproduzione al cinema o alla TV) di cui si possa dire lo stesso, solitamente molte scene saliente vengono tagliate e le battute cambiate. Qui, invece, noi lettori, abbiamo potuto ripetere a memoria le battute restando comodamente seduti tra le poltrone rosse del cinema.
La pensate come me?

Chi è L. Cassie?

Buongiorno ragazzi e ragazze,

ieri è iniziato il mio ennesimo blogtour. Questa volta ho proprio fatto le cose in grande, perchè ho deciso di parlare di tutti i miei libri per permettere ai miei lettori di conoscermi al 100%.
In questa tappa, la seconda del tour, vi parlerò delle mie attività da blogger e nei vari social e in più cercherò di fare una presentazione generale, anche se non amo parlare di me. Del resto tutti i giorni leggete qualcosa di mio ed è giusto conoscermi un pochino meglio.

Comincio con il lasciarvi il banner in cui presento tutte le tappe del tour

Untitled

Continua a leggere

BlogTour: Oltre il buio il tuo respiro di Elisabetta Barbara De Sanctis

Buongiorno amici, 
eccomi con la penultima tappa di un interessante BlogTour, il quale ha come protagonista il romanzo di Elisabetta Barbara De Sanctis, intitolato “Oltre il buio il tuo respiro“. A me è stato riservato l’onore di intervistare l’autrice =)
Ma prima di cominciare conosciamo un po’ meglio il libro: 

Autore: Elisabetta Barbara De Sanctis

Titolo: Oltre il buio il tuo respiro

Editore: Self publishing


Genere: Romance

Prezzo e-book: € 0,99

Prezzo cartaceo: € 10,14

Pagine: 192 (cartaceo) 157 (e-book)

Data di pubblicazion: 22 novembre 2015

Link per l’acquisto: cartaceo goo.gl/LrijMJ

e-book http://goo.gl/VzL0Bb

Trama: La vita di Laura è perfetta: una laurea in tasca, un lavoro in un prestigioso studio di consulenza, Paola, l’amica dai tempi dell’università e Luca, il suo grande amore. Ma la vita è tutt’altro che perfetta. Così una mattina basta una piccola discussione, una scelta dettata dalle proprie paure, una parola sbagliata e dopo poche ore Laura si ritrova a vivere lo strazio di una vita senza Luca, che giace in coma a seguito di un incidente. Da quel momento Laura si trascina cercando di sopravvivere, appesa alla speranza che Luca possa svegliarsi; lotta contro tutto e contro tutti, ogni giorno, per difendere il suo amore, mentre i sensi di colpa la divorano. Un’unica certezza a cui aggrapparsi: la notte, la presenza di Luca nel loro letto, il suo respiro. Ovunque sia Luca infatti, ogni notte la cerca, si trovano, si amano, oltre ogni dubbio, al di là di ogni logica…

Bene, dopo questa breve presentazione, credo che la curiosità di conoscere meglio l’autrice e il suo libro sia abbastanza alta.
Cominciamo con le domande:

1) Ciao Elisabetta e benvenuta nel mio blog. Presentati, parlaci un po’ di te…
Ciao Laura e un saluto anche a tutti i lettori del tuo bellissimo blog, che ringrazio per questo spazio dedicato a me e al mio libro. Per me non è facile parlare di me stessa perché ho un carattere passionale e vulcanico, ma sono anche timida, forse per questo lascio sempre che siano i miei scritti a parlare per me. Sono un’autrice emergente con già alcune pubblicazioni all’attivo, ma questo è il mio primo romanzo e mi sento come una giovane fanciulla al ballo delle debuttanti. Ecco, se non si fosse capito, sono anche una gran sentimentale che ha conservato il gusto di emozionarsi per ogni piccolo grande dono. In poche parole potrei definirmi come una donna razionale, passionale, eclettica, sognatrice, con i piedi per terra e il naso perennemente tra le nuvole.  
2) Oltre il buio il tuo respiro sembra essere un libro dalla trama dolorosa ma, al contempo, piena di amore. Come mai la scelta di inserire all’interno della tua storia un trauma così importante? 
Amo le storie d’amore, sono sempre stata una romantica inguaribile, ma nella mia vita ho anche affrontato, come tanti, momenti difficili e grandi dolori. Sentivo di voler raccontare questa storia d’amore così come è arrivata a me, dal cuore, dalla voce dei personaggi che me l’hanno raccontata. Un uomo e una donna in fondo normali, legati da un sentimento forte e tenace, messo a dura prova da un dramma, come spesso capita nella vita. Una storia in cui il protagonista è l’amore, con le sue sfide, ma con la sua forza, capace di sostenerci anche nei momenti più duri; quell’amore che sa sfidare ogni logica per raggiungere l’altra metà del proprio cuore. Perché Luca, il protagonista, è in coma, ma ogni notte l’amore e solo l’amore lo guida verso Laura; ogni notte si respirano, si vivono…
3) Come è nata l’ispirazione di scrivere questa storia? 
Un paio di anni fa scrissi di getto un racconto erotico breve sul mio blog, Stanza 530, e piacque molto ai lettori, tanto che ne feci un e-book. Però sentivo che quei personaggi avevano tanto ancora da raccontarmi e ho iniziato ad accarezzare l’idea di farne qualcosa in più. Qualche mese fa poi un’amica ha iniziato a insistere, continuava a ripetermi che Luca e Laura volevano essere ascoltati e che solo io potevo farlo. Così una mattina, in un momento di pausa, ho visto davanti ai miei occhi la scena dell’incidente, ho avvertito il pianto disperato di Laura e non ho potuto fare altro che accendere il pc e iniziare a scrivere. Fin dall’inizio ho stretto però un patto con i miei personaggi e con i futuri lettori, lanciando una sfida a me stessa: avrei cercato in ogni modo di raccontare una storia d’amore che sapesse emozionare e anche intrigare, perché alcuni passaggi sono molto bollenti, restando però in qualche modo nella “normalità”. Saranno i lettori a dirmi se ci sono riuscita.
4)  Qual è il messaggio che vuoi far arrivare a chiunque legga il tuo libro?
Di credere nell’amore, di non smettere mai di crederci, ma di saperlo riconoscere. Perché l’Amore, quello vero, non fa male, non provoca lividi, né nel corpo e né tantomeno nell’anima. L’amore è ciò che lega due anime rendendole forti, ma libere.
5) So che anche tu hai un blog letterario, leggi gli stessi generi che scrivi?
Il mio è un blog nato per scrivere i miei pensieri, soprattutto poesie, ma anche per condividere poesie che amo. Pian piano però si è arricchito anche di interviste ad altri autori e di segnalazioni di letture. Al momento non saprei come definirlo, dentro c’è di tutto un po’, ma è così che mi rappresenta di più perché nella vita ho mille interessi diversi, così come nella lettura. Da lettrice confesso infatti che leggo un po’ di tutto, soprattutto rosa in tutte le sue contaminazioni, ma amo molto anche la narrativa, i romanzi d’avventura, i gialli, i thriller. Sul mio lettore ho più di 1.200 e-book e credo che non manchi nessun genere. 
6) Hai altri programmi per questo 2016?
Tanti, forse troppi! In primis alcune iniziative per farmi conoscere e far conoscere il romanzo. Ma una nuova storia è già in cantiere, sto iniziando ad abbozzare la trama e sarà anche questa una storia d’amore, ma un po’ diversa, meno drammatica e con un pizzico di brio.
7) Cosa ti ha spinto ad optare per un’auto pubblicazione?
Sperimentare. Avevo già pubblicato in e-book una raccolta di poesie e un racconto con una piccola casa editrice, Eroscultura, ma ero curiosa di conoscere un po’ da vicino il mondo del self-publishing e, come faccio sempre in questi casi, l’unico modo era tuffarmici dentro e provare.
8) Sui social sei molto attiva e avrai sicuramente molti contatti con diverse autrici. Esprimici la tua opinione sul mondo dell’editoria italiana… 
Il mondo dell’editoria è in difficoltà e questo è noto. Tutti noi autori sogniamo la pubblicazione “importante” e di vedere il nostro libro esposto nella vetrina delle librerie, ma è un sogno che si avvera per pochi perché, in un paese dove pochi leggono e tantissimi scrivono, le grandi case editrici, da aziende quali sono, non possono dimenticare i bilanci aziendali e di conseguenza l’apertura agli emergenti diventa un passaggio a strettoia molto difficile da superare. Da parte loro le piccole case editrici cercano di colmare queste lacune e in alcuni casi ci riescono, almeno quelle che riescono a sfruttare bene le potenzialità offerte dal web perché la distribuzione ha, per loro, costi difficilmente sostenibili. In Italia ancora il mercato del digitale non si è affermato e questo crea ulteriori difficoltà. A mio parere l’unica speranza sono le nuove generazioni; bisogna insegnare l’amore per i libri ai bambini, è il regalo più bello che possiamo fare loro perché la lettura apre la mente, la lettura è la cultura di base, è un amore che dura tutta una vita.
9) Cosa consiglieresti a chi ha il sogno di pubblicare un libro ma viene scoraggiato da parenti e amici?
Che sia un libro o altro, i nostri sogni ci appartengono, sono nostri e tocca a noi e solo a noi crederci e difenderli, anche da noi stessi. Ma pubblicare un libro non è solo scrivere un certo numero di parole. Se sogno di scalare l’Everest devo impegnarmi e prepararmi per affrontare l’impresa. Se sogno di fare il medico devo studiare e tanto. Scrivere e pubblicare un libro è anche impegno, fatica, studio, costanza; non è un sogno a buon mercato e di serie B. Se siamo disposti a impegnarci, a sudare, a rinunciare ad altro, a metterci costantemente in discussione allora quel sogno ci appartiene e sta a noi farne il nostro personale capolavoro. 
10) Rimarrai sempre fedele al tuo genere o ti piacerebbe cimentarti in opere diverse?
Mi piacerebbe spaziare e variare e chissà che non accada. Di certo so che, pur scrivendo d’amore,  difficilmente rimarrò legata in maniera costante ad uno standard, almeno a giudicare dalle tante storie che già si accalcano dentro di me.

Bene Elisabetta, grazie per la tua disponibilità, è stato un piacere scambiare due chiacchiere virtuali con te.

Prima di salutarvi vi lascio i link delle altre tappe di questo curioso blogtour e il regolamento per la partecipazione:

REGOLE PER PARTECIPA
  • Diventare follower dei blog partecipanti
  • Seguire la pagina fb del blog o altri social se richiesto (qui ogni blog metta ciò che preferisce
  •  Diventare follower del blog dell’autrice: https://velodidonna.wordpress.com/
  • Seguire la pagina fb dell’Autrice: https://www.facebook.com/ElisabettaBarbaraDeSanctis/
  • Condividere la tappa sul proprio profilo fb (taggando 5 persone nel caso di giveaway)
  • Commentare la tappa sul blog, indicando il link della condivisione per la verifica e, SOLO PER I GIVEAWAY, rispondere a una semplice domanda; per quello di Natale: il regalo che vorresti sotto l’albero; per quello di San Silvestro: il proposito per il nuovo anno

N.B. Per partecipare ai due giveaway, e quindi poter vincere libri ed e-book, è necessario seguire tutte le tappe e, per ogni tappa, seguire quanto indicato nel regolamento…

In occasione di ogni giveaway verrà redatto un elenco dei partecipanti, fatte le opportune verifiche e ad ognuno sarà assegnato un numero progressivo a partire da 1. Le due estrazioni verranno effettuate tramite il sistema …………… (immagino random.org, ma chiedo ai due blog che ospitano il giveaway di darmi conferma, per preparare la pubblicità).
Il blog che ha fatto la prima tappa sta già assegnando i numeri, li riporterò su un foglio di excel perché ci saranno sicuramente quelli che si inseriranno più in là e recupereranno tutte le tappe, per cui tale foglio, per ogni modifica, sarà ricondiviso con tutti i blog

PREMI E VINCITORI
I giveaway sono due, quindi due le estrazioni e due le classifiche. Per ognuna delle due estrazioni ecco i premi:
1° – Oltre il buio il tuo respiro in formato cartaceo con autografo e dedica dell’Autrice e altri 3 e-book (Anima e Carne, L’altra lei e Senza più nome)*
2° – Oltre il buio il tuo respiro in e-book e altri 3 e-book (Anima e Carne, L’altra lei e Senza più nome)*
3° – Oltre il buio il tuo respiro in e-book
Una volta effettuate le estrazioni, verificheremo che i vincitori abbiano rispettato tutti i passaggi, pena esclusione ed estrazione di un nuovo numero. I vincitori verranno proclamati sui blog che ospitano il giveaway e a quel punto dovranno prendere contatti con l’Autrice per poter ricevere i premi.
N.B. per l’invio del libro cartaceo è necessario fornire, al momento della spedizione, un indirizzo postale, pertanto chi non è disposto a fornirlo, in privato, non può partecipare

Terza tappa blogtour Riflessa in una goccia d’acqua di Paola Catozza

Buongiorno miei cari lettori, oggi sono lieta di ospitare una tappa del BlogTour di Paola Catozza, una giovane autrice e mia carissima amica, che ha da poco pubblicato una raccolta di poesie “Titolo” con la Casa Editrice “Las Flaneurs Edizioni”.

La mia tappa, e quindi il contenuto di questo top, non è altro che un’intervista che ho avuto l’onore di rivolgere a Paola.

Quindi, bando alle ciance, cominciamo subito…

1) Ciao Paola, benvenuta nel mio blog, per me è un vero piacere ospitarti e sono lieta che tu abbia deciso di assegnarmi una tappa del tuo tour.

Parlaci di te, aiutaci a conoscerti meglio:

Ciao Laura e grazie a te! Parlare di se stessi non è mai cosa semplice, ma ci proverò lo stesso. Sono una ragazza di diciannove anni, che ama leggere e scrivere. Adoro il mondo della grafica e l’arte in generale. Ho frequentato il Liceo delle Scienze Umane e mi sono iscritta alla facoltà di Graphic design & multimedia. Sono un’instancabile sognatrice.

2) Mi hai rivelato che queste poesie sono nate tra i banchi di scuola, durante i cinque anni di Liceo. Cosa provi, adesso, a sapere che quelle parole così personali oggi sono alla portata di tutti?

È un’emozione che non si può descrivere. Finito il Liceo ho pensato di pubblicarle da sola su amazon e non avevo grandi aspettative. Volevo, infatti, solo mantenere una promessa che mi ero fatta qualche anno prima, ossia stampare queste poesie anche solo per ricordo. Poi ho deciso di tentare lo stesso a mandare a qualche editore il manoscritto e pochi mesi dopo “Riflessa in una goccia d’acqua” è uscito con una nuova veste.

3) Di cosa parli nelle tue poesie?
Parlo di amore, di sogni, di ingiustizie, di lutti e di sofferenze.

4) Qual è il messaggio, qualora ve ne fosse uno, che vuoi inviare ai tuoi lettori?
Il messaggio che mi preme inviare ai lettori è questo: “Credete ai vostri sogni, fino alla fine dei vostri giorni”. È una mia frase, che ho messo anche alla fine del libro. Non bisogna mai smettere di sognare né di fare ciò che ci piace. Bisogna sempre lottare, nonostante tutto e tutti. E bisogna amare, sempre.

5) Cos’è per te la scrittura? Hai mai scritto altro oltre alle poesie? E soprattutto, come è nata l’idea di scrivere questa raccolta?

La raccolta di poesie è nata per puro caso. Un giorno, a scuola, scrissi un pensiero su un foglio. Era il primo anno di Liceo. Dopo quello ne scrissi tanti altri.
Oltre alle poesie mi sono dilettata a scrivere racconti brevi, soprattutto alle medie, ed ora mi piacerebbe provare a scrivere un romanzo! Attualmente sto scrivendo una raccolta di pensieri.
Rispondendo alla tua domanda sulla scrittura, direi che la scrittura è vita. Permette di liberarsi da macigni che appesantiscono il cuore. Il mio motto? “La scrittura, come l’amore, rende liberi”.

6) Ti saresti mai aspettata che una Casa Editrice, se pur ancora poco conosciuta, decidesse di pubblicarti? Ti piacerebbe che il tuo libro venisse pubblicato anche in cartaceo?

In realtà non avrei mai immaginato che un editore provasse interesse per il mio manoscritto. Quando lo inviai a diverse case editrici lo feci senza tante aspettative, ma quando Les Flaneurs edizioni mi comunicò il suo interesse ero davvero felice! Questo è l’inizio della realizzazione di un mio grande sogno.
Il mio libro è stato edito solo in edizione digitale, ma mi piacerebbe molto uscisse anche la versione cartacea: mi è stata chiesto se fosse disponibile, ma ho dovuto negare. Chissà, magari un giorno potrò toccare con mano la mia prima creatura… ad ogni modo è già un grande traguardo essere stata pubblicata!

7) Il web è ormai intasato da autrici e autori self, ovvero che ricorrono all’auto pubblicazione. Qual è la tua opinione riguardo a questo nuovo modo di pubblicare libri?
Credo che il self publishing sia un ottimo modo per farsi conoscere. Purtroppo bisogna capire chi tra tutti gli autori che si trovano su amazon sia realmente uno scrittore valido. Ahimè, si leggono tante recensioni positive a dei libri che non hanno né capo né coda e questo rovina un po’ il mondo del self.

8) Cosa pensi dell’editoria italiana? E cosa consiglieresti alle giovane autrici che hanno scritto romanzi ma non riescono a trovare una Casa Editrice disposta a pubblicarle?

L’editoria italiana premia molto i libri commerciabili e poco quelli validi. Oramai è tutta una questione di marketing e veramente poche realtà editoriali si possono definire serie.
Non credo di essere la persona più adatta a dare consigli, ma sicuramente agli autori in cerca di editore direi di non arrendersi mai: i sogni, prima o poi, si realizzano. Bisogna solo crederci e avere pazienza!

9) Sappiamo bene che sei anche tu una lettrice compulsiva e che gestisci, proprio come me, un blog letterario (LINK) con il quale collabori con diverse Case Editrici. Parlaci del tuo angolino.

Ho creato il blog “Books… what else?” quasi un anno fa. Volevo condividere con quanti amavano la lettura la mia passione per i libri.

10) Hai in serbo nuovi progetti editoriali?

Come dicevo prima attualmente sto scrivendo una raccolta di pensieri sfusi, scomposti… dei piccoli frammenti di infinito, come mi piace definirli. Inoltre ho in mente alcune storie, ma scriverle è tutt’altra cosa! Chissà… magari riuscirò a completare uno dei tanti romanzi che ho iniziato a scrivere 😉

11) Oltre a riservare una passione per la lettura e per la scrittura, ti diverti anche a realizzare cover. Da dove nasce questa passione? E, un domani, vorresti che questa tua passione diventasse un vero e proprio lavoro, magari presso qualche CE?

Ho scoperto la grafica per puro caso e pian piano ho cercato di imparare da sola a usare i programmi di grafica, come photoshop. La realizzazione di una cover è un processo lungo, bisogna scegliere l’immagine, il font, il colore… ma è qualcosa che mi piace fare e che spero diventi un lavoro in futuro.

Grazie Paola e in bocca a lupo per tutto!!!

Grazie a te Laura!

10° ed ultima tappa BlogTour di Ascolta il mio silenzio – Giveaway –

Buongiorno miei cari lettori, 
oggi è lunedì e, per molti di voi, sarà la classica mazzata in fronte. Ma ci penso io, dall’altra parte dello schermo, ad inondarvi con la mia energia. Eh sì, oggi sono carica. Carica di tante belle news. Non sto più nella pelle. 
Andiamo con ordine….
Sono già trascorse due settimane dalla pubblicazione del mio secondo romanzo -Ascolta il mio silenzio- e sono orgogliosa di dirvi che ho raggiunto risultati inaspettati e tutto questo solamente grazie a voi che mi seguite e mi leggete! Abbiamo partecipato, tutti quanti insieme, a un meraviglioso BlogTour (di cui vi lascerò i link delle tappe precedenti in fondo al post) e questo post non è altro che l’ultima tappa: il Giveaway. Per rendere il tutto più ordinato ho creato un evento su Facebook e lì comunicherò i vincitori che, in totale, saranno tre. Il primo si aggiudicherà la copia cartacea del mio romanzo e gli altri due una copia digitale. Potete seguire l’estrazione da QUI

Per chi se lo fosse perso vi presento nuovamente il mio romanzo:

TITOLO: Ascolta il mio silenzio

AUTORE: L. Cassie

EDITORE: AMAZON

PREZZO: Ebook € 0,99 – Cartaceo € 5,19

TRAMA: Succedono cose nella vita in grado di ferirci terribilmente, cose per le quali non sempre esiste una spiegazione. Accadono e basta. 

Jennifer, tutto questo, lo sa fin troppo bene. Sono passati quasi tre anni dal giorno in cui la sua vita è cambiata drasticamente. Nulla è mai più tornato come prima, nemmeno lei è la stessa di un tempo. Sì è chiusa a riccio, in un silenzio ostinato dal quale si sente protetta.
In pochi sanno la sua storia, in molti la giudicano, la prendono in giro, l’allontanano. Nessuno vuole una “sfigata” come lei nella propria cerchia di amici, come se frequentarla fosse la peggiore delle condanne. Jennifer non può fare a meno di sentirsi di troppo, inadatta e fuori luogo. Si sente incompresa e diversa da tutti, o meglio… è così che gli altri la fanno sentire.
È sola e ha paura di esserlo per sempre, ma un giorno alla sua porta si presenta Cedric, un ragazzo pronto ad aiutarla. Riuscirà a fidarsi di lui? 


Ma, come vi dicevo, questo non è tutto. Una delle novità è che da oggi il mio blog, proprio questo in cui state leggendo, cambierà nome. Questo perchè in molti, ho notato, che fanno confusione… non tutti sanno che dietro a Write for Passion c’è un l’autrice L. Cassie. Quindi questo blog prenderà il nome di: L. Cassie – Blog .
Infine, sempre oggi, battezzerò una nuova rubrica. Affilierò questo mio angolino al mio canale Youtube (finora dormiente), dove pubblicherò videorecensioni. Come dico sempre, più si parla di libri e meglio è!

Ebbene, questo è tutto. Siamo arrivati alla fine e, come promesso, vi lascio ai link delle tappe precendeti, ringraziando tutti iblogger che hanno partecipato a questo grande evento e, ovviamente, ringrazio anche tutti voi… miei cari lettori. 

BLOGTOUR Silvia Marchesini “IL SOLSTIZIO DI INVERNO” e “ECLISSI GEMELLE”

Ciao a tutti! Sono qui per presentarvi, attraverso una delle ultime tappe del blogtour, i romanzi di Silvia Marchesini

Prima Del Solstizio D’inverno di Silvia Marchesini
ISBN – 978-88-6247-070-4
pag. 318 – € 15,00
Trama: Otto notti sacre. Sette prove apparentemente insuperabili e nessuna via di fuga. Un Gioco crudele, un destino avverso, la condanna di un amore impossibile. In un remoto angolo dell’Appennino, dove la magia della natura vibra ancora sotto le pure acque di splendidi laghi, tra creature fatate, popoli dimenticati e antiche leggende, una giovane donna si ritrova improvvisamente vittima di un feroce passatempo, quello dell’Ingannatore, divinità del caos e creatore di uno spietato Gioco in cui perdere significa morire. Dovendo seguirne le regole, Frida incontra Blaidd, il Pastore dei Lupi, spirito selvaggio di straordinaria bellezza e dal passato oscuro, per il quale prova immediatamente una devastante attrazione cui non è in grado di opporsi. Un sentimento irrazionale, una paura reale e inascoltata, un desiderio insopprimibile e pericoloso la legheranno a Blaidd lungo una strada già tracciata, contro un destino apparentemente segnato, per spezzare una maledizione e oltrepassare i confini di un amore proibito.

Eclissi Gemelle di Silvia Marchesini
ISBN – 978-88-6247-110-7
pag. 376 – € 13,00
Il Gioco è finito, l’equilibrio è tornato a Fardan, ma per Blaidd e Frida, il tempo di stare insieme

non è ancora arrivato. Costretti a vedersi solo nelle Notti Sacre, cercano un modo per spezzare il patto con la Signora della Morte, ma tutti i loro tentativi sembrano inutili. Blaidd, lontano dalla positiva influenza umana di Frida, sente crescere in sé il potere dell’Incubo, ormai libero di manifestarsi e la sua nuova crociata lo porta a scoprire un inquietante segreto, che potrebbe stravolgere la sua vita. Intanto, una misteriosa creatura arriva a Fardan. Nessuno conosce la sua identità e il suo unico scopo pare sia quello di eliminare il Pastore dei Lupi. Un odio in appa­renza senza motivo, ma che affonda le sue radici in un passato da tutti dimenticato. Frida è sempre più sola e inerme, nel suo mondo popolato da creature spesso ostili e Sirio, un comune mortale che da poco si è unito al personale del rifugio, potrebbe essere la strada per raggiungere quella vita normale, lontano da sortilegi e maledizioni, a cui lei anela ormai da tempo. Fra lotte per sopravvivere, incantesimi, inganni e segreti svelati, Blaidd e Frida affronteranno un viaggio interiore che li porterà a un inevitabile cambiamento, in grado di mettere a dura prova anche l’amore più profondo.

E per concludere vi lascio un piccolo assaggio di un personaggio misterioso

a Rafflecopter giveaway